La Juve Stabia chiude il 2017 con un successo. Il Lecce dilaga, ma il Catania non molla

di Pasquale De Riso
articolo letto 531 volte
Foto

Si chiude con una brillante vittoria tra le mura amiche il 2017 della Juve Stabia, padrona del campo dal primo all'ultimo minuto contro la una modesta Fidelis Andria. Nell'anticipo del venerdì, le vespe vanno subito avanti con un preciso diagonale di Canotto, smarcato in area di rigore da Morero. A cavallo tra il primo e il secondo tempo i gialloblù sprecano due grandi occasioni per incrementare il proprio vantaggio, prima con Paponi, che costringe Maurantonio ad un miracolo, poi con Lisi, che, tutto solo davanti all'estremo difensore avversario, eccede in altruismo servendo Mastalli in posizione di offside. Il raddoppio però è nell'aria e porta la firma di Paponi, abile nel trasformare un penalty conquistato da Canotto. La Juve Stabia dilaga e al 33' è Simeri a piazzare il colpo del KO, completando un gradito regalo natalizio ai supporter gialloblù.

E' festa grande al “Via del Mare”, dove il Lecce travolge la Virtus Francavilla e consolida la vetta della classifica. I padroni di casa chiudono la gara già nel primo tempo, grazie alle reti di Lepore e Torromino. Nella ripresa si scatena Caturano, il quale batte Albertazzi prima dal dischetto, poi con un potente diagonale, confermando il suo grande stato di forma.

Tiene il passo il Catania, che supera il Fondi per 3-1, mentre al “Nicola De Simone” non basta al Trapani una doppietta di Murano per avere la meglio sul Siracusa.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI